I VALVERDESI RACCONTANO VALVERDE

itValverde

LO SAPEVI CHE MEMORIA

Iscrizioni: le frasi più belle incise nella pietra

Iscrizioni- Chiesa della Misericordia- Foto: Cavaleri Francesca Agata

Durante le passeggiate patrimoniali erano visibili moltissime iscrizioni sulla pietra. Pezzi di storia che raccontano eventi del passato o di forte devozione. Eccone alcune.

Iscrizioni: la più antica si trova al Santuario

Le iscrizioni a Valverde sono per lo più a carattere religioso. Questo a conferma che a fede in Paese ha sempre fatto da motore trainante. E ve ne sono davvero di belle. Grazie all’aiuto del libro intitolato “Valverde” del valverdese Matteo Donato, riportiamo le più significative. L’iscrizione più antica del Paese si trova proprio nel Santuario. E’ una data “1559” e ricorda l’anno in cui è stato costruito il campanile. A dire il vero, sempre nel campanile ve ne è una seconda successiva 1578, forse una probabile ricostruzione. Sono perle uniche, anche perchè purtroppo con il terremoto del 1693 ha distrutto molte iscrizioni. Anche se, per il Comune di Valverde, è sicuramente importante quella del 1951. Anno in cui la frazione di Valverde, ottiene l’autonomia e diventa ufficialmente Comune.

Iscrizioni- il Campanile di Valverde - Foto: Cavaleri Francesca Agata
Il campanile del Santuario di Valverde – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Nel Santuario e nella Chiesa S. Maria della Misericordia

Nel fastigio della porta laterale della Chiesa S. Maria della Misericordia si legge: “Sodalitas Haec Ab Anno MCCXXIII suam trahit originem at hic iv post terraemotus annum prima fundamenta fecit MDCXCVI” . La scritta ricorda il momento in cui furono gettate le fondamenta della chiesa, circa tre anni dopo il terremoto del 1963. Sopra l’architrave del portale laterale del Santuario vi è una targhetta che riporta: “Haec est Domus Mariae” del 1964. Con questa frase, è chiaro, che si indica la Chiesa Madre come: ” La Casa di Maria“. All’interno vi è anche un omaggio al monumento sepolcrade dedicato alla famiglia Riggio. Per l’esattezza, si tratta di Luigi Riggio e della moglie Caterina Gravina “. Sopra l’ingresso dell’ex cappella del SS. Sacremonto si legge: “Al cuore divino di Gesù, Principe della Pace gli ascritti all’apostolo della preghiara durante la guerra europea questa cappella dedicano” 1916. Sono gli anni della Prima guerra Mondiale.

Iscrizioni- porta laterale del Santuario - Foto: Cavaleri Francesca Agata
Iscrizioni -Architrave del portale laterale – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Le campane e le loro iscrizioni

Anche le campane che dettano le ore e la vita valverdese hanno le loro incisioni. Ad esempio, nella campana del grande orologio vi è scritto: “Opus Caietani ed Joseph Leotta Patris et filius acensium Maria Santissima di Valverde.” Potremmo definirla la firma di Gaetano e Giuseppe Leotta (padre e figlio) che hanno realizzato la campana, 1790. La famiglia Leotta ha realizzato anche la campana piccola. Nel 1980 sono state inaugurate ben nove campane e tutte riportano una dedica. Ad esempio: ai padri agostiniani scalzi, a San’Agostino, ai pellegrini, a Santa Rita, alla Sagra famiglia. Ed ancora alla pace e alla fratellanza dei popoli e a Gesù bambino. Riportiamo quest’ultima: “Jesu infanti dicatum venite pueri scientiam dei docebo vos A.D. MCMLXXX“, del 1980. E’ una delle più recenti iscrizioni in campo religioso.

Iscrizioni: le frasi più belle incise nella pietra ultima modifica: 2020-10-02T12:44:30+02:00 da Cavaleri Francesca
To Top