I VALVERDESI RACCONTANO VALVERDE

itValverde

CHIESE PERSONAGGI

Gli agostiniani scalzi: i frati che vivono nel Santuario

Carmelitani scalzi: la tarda in marmo bianco di ringrazimento

Il Santuario è la “Casa” dei Padri Agostiniani Scalzi. Alcuni valverdesi ci hanno raccontato delle storie di fede e rinascita. Siamo entrati dentro il Santuario per conoscere questi instancabili Frati.

Gli agostiniani scalzi: le origine della loro presenza a Valverde

L’Ordine degli agostiniani scalzi è un istituto religioso maschile. I frati di questo ordine mendicante  pospongono al loro nome la sigla O.A.D. Nel Seicento gli agostiniani scalzi si distinsero nel servizio agli appestati durante le epidemie: durante la pestilenza che colpì Trapani nel 1624. Il Vescovo di Catania Mons. Francesco Antonio Caraffa chiamò i frati a Valverde. Grazie ad un interessamento da parte della famiglia dei Riggio (link). Il fondator del convento è stato P. Clmente da S. Carlo, ag. Sc. Prire Provinciale della Provincia Messinese. Nel 1687 anche l’ospizio fu costruito. Tuttavia, ai padri fu concesso l’uso perpetuo del Santuario. Ma tutto svanì l’11 gennaio 1693. Quella mattina, a causa di un terribile terremoto, il Santuario, l’ospizio crollarono a causa di un terrificante terremoto. 34 furono le vittime Valverdesi.

Carmelinaniscalzi
Carmelitani scalzi: la targa del terzo centenario – Foto: Cavaleri Francesca

Gli agostiniani scalzi: il motore della rinascita

Valverde, come tutta la popolazione catanese, era davvero impaurita. La storia racconta che si scavava a mani nude per capire cosa fosse rimasto del Pilastro con l’icona della Madonna. Miracolosamente l’immagine della Madonna non ebbe alcun danno. Tuttavia, gli unici che non si persero d’animo furono proprio i frati. Bastò un solo anno per la ricostruzione. Il Convento sostituisce l’ospizio, per i padri agostiniani scalzi. Il 5 aprile 1869, P.Clemente da S. Carlo ha preso il possesso giuridico del Convento. E a ricordo di questo evento, venne costruita una stele marmorea con una croce conventuale. Ancora grazie ai Religiosi il Santuario diventò il simbolo della ricostruzione. Diventò anche un centro di formazione religiosa di notevole importanza. Ma anche questo finì nel 1866. Fra Nazareno scolaro riposa all’interno Santuario dove visse la sua vita tra fede ed aiuti per i più bisognosi.

Franazarenoscolaro 5ec7ddb6a8860
Agostiniani Scalzi: l’ultima dimora di Fra Nazareo Scolaro – Foto: Cavaleri Francesca

Chi vive oggi all’interno del Convento?

Oggi tre giovani preti provenienti dal Brasile, diriggono il Santuario. I tre simpatici parroci sono arrivati a Valverde nel 2016.  L’arciprete parroco è  P. Nei Marcio Simon, insieme a due  nuovi frati Gelson dos Santos Lazarin e Leandro Xavier Rodrigues. Sono i successori dello storico Padre Salvatore Salvaggio. Oggi Padre Salvatore vive a Marsala. I giovani Padri Agostiniani Scalzi hanno cambiato notevolmente la vita del Santuario. Tuttavia, hanno reso una gestione più “manageriale” della Chiesa. Durante l’estate hanno aperto il “grest” per i ragazzini del Paese. Hanno istituito pranzi per i pellegrini che vengono a visitare il Santuario, soprattutto nel mese di maggio e di agosto.  

Gli agostiniani scalzi: i frati che vivono nel Santuario ultima modifica: 2020-06-03T14:57:07+02:00 da Cavaleri Francesca
To Top