Una medaglia al valore civile, anche Valverde premiato - itValverde

itValverde

MEMORIA

Una medaglia al valore civile, anche Valverde premiato

Una Medaglia Al Valore Civile

Una medaglia al valore civile per sei comuni etnei, consegnata sabato mattina, il racconto della premiazione.

Una medaglia al valore civile, sei i comuni premiati

Sabato 12 novembre alle ore 10, presso il Teatro Massimo Bellini di Catania, sei comuni etnei sono stati premiati, per il merito di alcuni cittadini. Infatti si è svolta la cerimonia di consegna da parte del Prefetto Maria Carmela Librizzi, delle Medaglie al merito civile conferite con Decreto del Presidente della Repubblica a sei comuni etnei.

Valverde, Belpasso, Mascalucia, Pedara, Nicolosi, Tremestieri Etneo, nell’estate del 1943, furono protagoniste della “Resistenza etnea”, opponendosi con forza all’esercizio nazista. Semplici cittadini che hanno dato la loro vita per salvare quelle di altri. Storie di coraggio, di amore verso il prossimo in un’Italia che combatteva con il Fascismo.

Unamedagliaalvalorecivile Comandante
Una medaglia al valore civili, il Vicesindaco Freni, il Comandante della polizia municipale Conte e due agenti – Foto: Pixabay

Una medaglia al valore civile, Frate Arcangelo è il simbolo valverdese

La cerimonia è stata presentata dal noto conduttore Ruggero Sardo. Mentre l’inizio delle celebrazioni a cura dell’orchestra del Teatro Bellini. Grande la partecipazione delle autorità civili, militari e religiose della provincia, di una rappresentanza delle scuole di Catania e dei sei comuni insigniti.

A Valverde, è legato il sacrificio di Frate Arcangelo che, nel luglio del 1943, perse la vita sotto i fucili delle truppe tedesche. Poco si sa del frate vissuto nell’ Eremo di Sant’Anna che dedicò la sua vita alla preghiera. Ma che con le sue azioni partecipò alla resistenza etnea contro la tirannia tedesca. Grazie a lui oggi Valverde ha la sua medaglia al valore civile.

Unamedagliaalvalorecivile Rappreentanzavalverdese- foto: facebook
Una medaglia al valore civile, una rappresentanza del comune etneo- Foto:. Facebook

Storie di ieri e della seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale fu davvero devastante con i suoi bombardamenti. Sono innumerevoli le storie di catanesi che scapparono dalla città per rifugiarsi nei vicini paesi etnei. Spesso di notte, al calar del sole, si muovevano dalla città sotto le bombe, per rifugiarsi nei paesi ai piedi dell’Etna. E sono anche tanti coloro che rischiarano la propria vita per salvare i propri amici da quelle odiose leggi razziali.
Come furono in molti i caduti in tutte le guerre e che non fecero più ritorno alla propria casa, ricordati nella recente celebrazione del 4 novembre.

I tedeschi ci ritenevano dei traditori e per questo la loro ritirata fu feroce, crudele e portatrice di morte. Anche Valverde ha avuto tante perdite di vite umane. Ma il sacrificio di uno, Frate Arcangelo, è il simbolo di tutti coloro che non abbassarono la testa, che salvarono anche una sola vita. Perché come si sa: “Chi salva anche solo una vita, salva il mondo intero“. E forse anche oggi c’è bisogno di nuovi valori civili su cui scrivere quella che tra qualche anno sarà la storia di oggi, anche del nostro Paese.

Una medaglia al valore civile, anche Valverde premiato ultima modifica: 2022-11-16T15:19:30+01:00 da Cavaleri Francesca

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x