I VALVERDESI RACCONTANO VALVERDE

itValverde

MITI E LEGGENDE STORIA

Valverde: il comune tra Catania e i piedi dell’Etna

Valverde: il cartello statale scritta nera su sfondo bianco

Valverde è un paese in provincia di Catania, un tempo terra delle ciliegie. Siete curiosi di sapere come e quando è nato? Noi di itValverde ve lo raccontiamo.

Dove si trova e com’è organizzato il Paese?

Il Comune di Valverde è uno dei 58 comuni della provincia di Catania. Si trova a circa 10 Km da Catania. Confina con diversi comuni. Ad  est con Aci Catena. A nord con Aci Sant’Antonio. A nord-ovest con Aci Bonaccorsi. Ad ovest con San Giovanni la Punta, San Gregorio di Catania. Infine a sud-est con Aci Castello. Il comune di Valverde si divide in alcune frazioni: Verdina, Belfiore, Carminello, Maugeri, Seminara, Fontana, Morgioni, Nizzeti, Portiere Crocifisso, Sant’Anna. Due sono le strade principali. Il Corso Vittorio Emanuele III, dove si eregge il magnifico Santuario dedicato alla Madonna di Valverde. Ma anche il Municipio e la Piazza Principale. La Via Bellini, invece possiamo definirla la “Via Commerciale”, visto il maggior numero di attività presenti. In mezzo, tante stradine che raccontano di un luogo che non ha rivali. Storie di fede, vite vissute, che noi di itValverde siamo orgogliosi di raccontarvi.

Corsovittorioemanuele
Valverde: Corso Vittorio Emanuele III – Foto: Graziella Agata

Valverde: le origini del paese

Oggi i Valverdesi, così si chiamo gli abitanti di Valverde, sono circa 7.000. Tuttavia, la sua storia comincia sul finire del Medioevo. Si trattava di un piccolo borgo, tutto dedito alla coltivazione delle terre. Nato probabilmente dagli abitanti di Acireale, un centro più grande proprio sotto il comune. Secondo alcuni studiosi, infatti, gli acesi avrebbero lasciato le coste per trasferirsi sulla collina. Ma perché? Probabilmente per scappare dalle incursioni sulla costa. I pirati musulmani, ad esempio, depredavano le coste. Ebbe così inizio alla prima comunità valverdese. Ma la origini del comune, si intersecano a doppio filo con il culto della Madonna di Valverde, del viandante Dionisio e della sua leggenda, di cui vi parleremo in seguito. Il primo documento che cita Valverde come centro abitato risale al 10 dicembre 1389. Il testo si lega al mondo agricolo, alla coltivazione dell’uva e alla vendita di mosto e vino.

Leduepalle
Valverde:le palle di Cannone – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Le due palle di Cannone: la leggenda Valverdese

Dalla seconda metà del 500,Valverde, si trova al centro di un evento tra leggenda e verità. E’ il periodo storico legato alle lotte tra Cristiani e Turchi. Secondo quanto riportato da una targa, ancora presente presso il Santuario, ecco cosa accadde nel 1565. I Turchi assediarono l’isola di Malta. Successivamente però dovettero ritirarsi a causa della morte di Dragut, il loro comandante. La leggenda vuole che causa della sua morte, furono due palle di cannone. Queste furono lanciate dai cristiani, dopo aver invocato l’aiuto della Madonna di Valverde. Le due palle pendono, ancora oggi, dalla navata laterale del Santuario. Vero o leggenda? Beh con tutta probabilità, rappresentano più un dono fatto alla Madonna in senso di protezione dei soldati.   

Valverde: il comune tra Catania e i piedi dell’Etna ultima modifica: 2020-06-03T10:56:06+02:00 da Cavaleri Francesca
To Top