San Martino, vino e castagne di Camillo - itValverde

itValverde

FESTA

San Martino, vino e castagne di Camillo

San Martino, Camillo a lavoro- foto: Cavaleri Francesca Agata

San Martino a Valverde si festeggia con le castagne di Camillo. Vi raccontiamo la sua storia e dove trovarlo per gustare l’alta qualità.

San Martino, dove si trova il famoso Camillo

Se avete voglia di caldarroste, calde e di ottima qualità, a Valverde c’è solo un nome… il Sig. Camillo. Per la giornata di oggi i focolari sono già attivi di buon mattino e noi siamo andati ad incontrarlo. La sua attività si trova sul largo alle spalle dell’altarino di Padre Pio, adiacente il campo sportivo. Tuttavia il profumo e la nebbia del fumo si sentono e si vedono già dell’ingresso in paese. Basta stare con il naso in su e si trova subito, oppure basta chiedere a qualsiasi valverdese, e la risposta sarà data. Il fumo creato dal sale delle caldarroste ha un profumo inconfondibile. Ma a dire il vero nella sua bancarella è possibile trovare anche una grande varietà di frutta secca come le noci, le noccioline, la calia ed infine i legumi. E per i più viziosi un pochino di vino non guasta.

San Martino Le Castagne - Foto: Cavaleri Francesca Agata
San Martino- Castagne in cottura – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Da quanti anni Camillo è a Valverde?

Il 5 ottobre 1993 Camillo ha aperto la sua attività a Valverde, sempre nello stesso posto. Con lui la figlia che serve i clienti dietro il banco. Una ragazza dai modi gentili che non nega un sorriso a nessuno. E poi si possono comprare le castagne da ottobre fino a febbraio. Ebbene, i giorni di apertura sono da lunedì al venerdì pomeriggio. Mentre sabato e domenica intera giornata. Insomma come dice lo stesso Camillo: “Fino a che le castagne sono buone“, poi non ha senso servire roba scadente. Infatti le castagne sono coltivate e provengono dalla Calabria, Campania, Lazio e Toscana. Le castagne arrivano nelle reti e poi Camillo prima di intagliarle per la cottura, si dedica al controllo di qualità. Le castagne sono selezionate una ad una prima di finire dentro il foconi.

San Martino- I Foconi, foto: Cavaleri Francesca Agata
San Martino e i foconi pronti per essere usati- Foto: Cavaleri Franecesca Agata

San Martino e la storia di Camillo

Camillo è un uomo molto simpatico di 50 anni. Ma ha imparato il mestiere quando aveva solo 12 anni. Tutto cominciò quando iniziò a seguire il nonno Camillo, per tutte le sagre e feste in giro per i paesi. E’ li che ha imparato l’arte del fare il “castagnaro“. La salatura con il sale grosso. E la cottura per circa 6-7 minuti con una bella “arriminata” (mescolata) ogni tanto. Una vera e propria arte. Negli scorsi anni erano ben 7 i focolari accesi per tutta la giornata di San Martino e così sarà anche quest’anno. Lo stesso Camillo ci dice in merito alla festa: “San Martino per me è spesso come un biglietto da visita. I clienti provano le mi castagne durante la giornata e poi tornano altre e altre volte” sorridendo. Pertanto venite a Valverde e gusterete le caldarroste cotte in maniera tradizionale, piene di sapore e bontà.

San Martino, vino e castagne di Camillo ultima modifica: 2021-11-11T17:44:02+01:00 da Cavaleri Francesca

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Ottimo!

Katherine Alexandra Giudice

Buenísimo.

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x