I VALVERDESI RACCONTANO VALVERDE

itValverde

NATURA

Carminello: un tempo un vulcano nato prima dell’Etna

Vulcano e lava - Foto: Pixabay

La Collina di Carminello rappresenta il primo insediamento valverdese. Ma secondo la conformità della sua terra, prima era un vulcano. Sembra incredibile, ma è così.

Carminello: la formazione del vulcano

Siamo ritornati a parlare con il giornalista Michele Milazzo, in merito alla questione del vulcano. Ed ecco cosa abbiamo scoperto. La zona di Carminello pare fosse un cratere creatosi prima dell’Etna. Il vulcano si è formato dal mare, come nel caso dei faraglioni di Acitrezza. La lava presente ancora a Carminello è di tipo basaltica, di colore scuro quasi nero. Secondo il racconto di Milazzo, questo potrebbe essere dedotto dalla conformazione della collina dove nel suo complesso vi e molto basalto lavico, e vi sono diversi pizzi, Montedoro, Belvedere, Casalrosato, Carminello, che contornano l’abbassamento di una vasta zona. In una parete scoscesa con strati sovrapposti di basalto lavico vi sono diverse fenditure a mo di grotte. Queste durante l’ultima guerra, servirono a tante gente come ricovero, soprattuto durante i bombardamenti.

Carminello-la Collina foto: Cavaleri Francesca Agata
La Collina di Carminello – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Una tesi di laurea su Carminello

La dottoressa Sandra Sciacca ha prodotto una tesi su quest argomento. Relatori prof. Carmelo Monaco e dott. Salvatore Giammanco, tesi di laurea “ Rilevamento geologico, strutturale e geochimico dell’area di Valverde” dell’anno accademico 2006- 2007. Ecco ciò che è stato affermato: “L’area studiata è localizzata sul versante sud orientale dell’Etna. Il vulcano si è sviluppato in un contesto geodinamico attivo, nella zona di collisione tra la placca africana e quella europea. Nell’area oggetto di studio il maggiore addensamento di dislocazione tettonichesi rinviene nel tratto del versante Valverde. Ma anche lungo la costa a nord del territorio di Acicastello. A nord ovest di Acitrezza si evince un’evidenza morfologica che dimostra la presenza di un vecchio centro vulcanico denominato “centro di Valverde”. La zona è circandata da una scarpata che fa pensare che sia il risultato di un collasso vulcano-tettonico”.

Carminello-Terreno e antenne Foto: Cavaleri Francesca Agata
Un terreno agricolo con antenne tv – Foto: Cavaleri Francesca Agata

Ed oggi, cosa resta da vedere?

Oggi Carminello è una delle zone più naturali del Comune di Valverde. Esistono ancora ampi terreni agricoli, ruderi, spazi verdi, e poche case rispetto al centro del Paese. Un tempo l’attuale Via Monte d’oro era zona di elite. Vi si trovava la residenza estiva degli Scammacca, un grande Convento gestito dalle suore. Parte di esso è stato per anni adoperato ad asilo. Adesso, molto è andato perduto. Restono le antenne dei ripetitori tv e radio che hanno deturpato la bellezza della zona. Inoltre è da rilevare che in alcune parti del territorio sono presenti tralicci e cavi dell’alta tensione per la diffusione energetica. Nulla di pericoloso per la salute umana, almeno sembra! Presente anche il campo sportivo dell’ Hockey Valverde. Però c’è una cosa che non è mai cambiata. Se si vuole ammirare tutta la costa da Taormina a Siracusa non c’è posto migliore dell’incredibile vista offerta da Carminello.


Carminello: un tempo un vulcano nato prima dell’Etna ultima modifica: 2020-08-21T14:54:17+02:00 da Cavaleri Francesca
Commenti
To Top